la prima guerra mondiale date alleanze e vincitori

La Prima Guerra Mondiale: Date, Alleanze e Vincitori

La Prima Guerra Mondiale: Date, Alleanze e Vincitori – Sebbene sia stato uno degli avvenimenti più importanti del Novecento, non è semplice capire e ricordare tutto con precisione. Di fatti, per quanto riguarda questo evento che si è tenuto nel Novecento, risulta parecchio difficile ricordare ogni avvenimento, ma sono qui per farti capire di che evento si è trattato e come si è concluso.

Riassunto Prima Guerra Mondiale

Prima Guerra Mondiale Eventi Principali

Nell’anno 1914 le nazioni europee non avevano buoni rapporti tra di loro, l’ostilità era così forte che subito nacquero rivalità e contrasti, ma anche sentimenti di vendetta e sovranità. Ma non solo, perché ad un certo punto queste nazioni arrivarono a desiderare una maggiore espansione e di patriottismo irruente.

turchia prima guerra mondiale

Ogni Paese era unito da alleanze, quali:

  • triplice alleanza formata dalla Germania, Austria e Italia;
  • triplice intesa formata dall’Inghilterra, Russia e Francia.

Tuttavia, l’evento più noto che scatenò l’inizio della guerra, fu proprio l’uccisione dell’erede Austriaco che fu colpito a Sarajevo. Quindi, colpita direttamente, l’Austria dichiarò guerra alla regione Serbia, mentre la Russia si occupò dell’arruolamento dell’esercito, e la Germania iniziò ad avere comportamenti ostili verso la Francia e la Russia, alle quali si aggregarono anche l’Inghilterra e successivamente il Giappone.

I tedeschi vennero supportati dall’Impero Ottomano, e a questo punto la guerra iniziò ad assumere grandezza universale. Ogni nazione iniziò ad adottare sistemi di combattimento più rivoluzionari e una maggiore produttività di armi letali. Fin dall’inizio, dunque, le nazioni iniziarono a distruggere molti Paesi e città, tanto che il carovita aumentò considerevolmente. I progetti organizzati dalla regione Germania, prevedevano un combattimento di movimento più rapido, tuttavia diventò una dura guerra di posizione. A sua volta l’Italia si separò dall’alleanza, fino a dividersi in:

  • neutralisti – in disaccordo con la guerra;
  • interventisti – che erano consenzienti alla guerra.

In seguito, l’Italia decise di accordarsi in segreto con le potenze appartenenti all’intesa, entrando in guerra con la Germania e l’Austria. Se avessero raggiunto la vittoria, avrebbero ricevuto il Trentino, la Dalmazia e il Sud Tirolo. Nel 1915, più precisamente il 24 maggio, l’Italia iniziò ad avere dei sentimenti di avversità nei confronti dell’Austria.

Nell’anno 1917 la Germania, invece, diede inizio a un combattimento sottomarino tramite sommergibile. Di conseguenza, l’attacco tedesco vide l’entrata in guerra dell’America affiancata dall’intesa. A tal punto, in seguito alla rivoluzione socialista la Russia decise di rinunciare alla guerra. Il nostro Paese, poi crollo a Caporetto.

I tedeschi, poi, nel 1918 vennero sconfitte sul fronte occidentale delle forze relative all’intesa e gli austriaci in Italia vennero bloccati a Vittorio Veneto. Con la firma del trattato di pace viene registrata la fine dell’impero austro-ungarico, che di conseguenza viene rimpiazzato dalla repubblica austriaca. Diventano una repubblica anche l’impero tedesco e quello ottomano.

Cause Prima Guerra Mondiale

Perché è Scoppiata la Prima Guerra Mondiale?

Questo conflitto è iniziato a causa della dichiarazione di guerra da parte dell’Austria alla Serbia nel 1914, più precisamente il 28 luglio, proprio in seguito all’uccisione dell’erede Austriaco, Francesco Ferdinando. Di conseguenza, quella di giugno 1914 fu l’occasione giusta per far scoppiare la guerra mondiale. Il giudizio del governo austro-ungarico, pesò nettamente sulla Serbia, che stava crescendo rapidamente e con una prospettiva anti-austriaca nei Balcani che declinò l’ingiunzione da parte dell’Austria.

belgio vittime prima guerra mondiale

Dunque, il 28 luglio l’Austria dichiara guerra alla Serbia. Riguardo a tale situazione tutto risulta molto chiaro. Infatti, tra il 1860 e il 1870 l’impero non riesce a riprendersi, e la seconda potenza europea, invece, riesce a svilupparsi economicamente e tecnologicamente, tanto da provocare astio da parte della Francia e della Gran Bretagna. Inoltre, la Germania dà inizio alla guerra in seguito all’ultimatum della Serbia.

Date Prima Guerra Mondiale

Le Date Importanti della Prima Guerra Mondiale

Come abbiamo visto pocanzi, ricordare tutti gli avvenimenti e le date della prima guerra mondiale, può risultare molto difficile, proprio perché ci sono stati moltissimi eventi, moltissime cause e diverse date, che ovviamente non sono semplici da ricordare. Per facilitarti il tutto, ho deciso di dedicare un piccolo paragrafo alle date principali della Prima Guerra Mondiale.

Il 28 luglio 1914 vi è l’assassinio di Francesco Ferdinando, che viene colpito a Sarajevo da Gavrilo Princip. L’Austria, invece, in seguito a un’ingiunzione, chiama in guerra la Serbia, più precisamente il 28 luglio 1914.

Nel mese di settembre 1914, invece, l’invasione tedesca della Francia fu bloccata sulla Marna, e nel 1915 la Triplice Alleanza vede determinati successi sui Balcani. La Prima Guerra Mondiale ha inizio il 24 maggio 1915. L’anno successivo, i tedeschi sono fermi a Verdun, mentre nel 1917 vi è la sconfitta a Caporetto.

Nell’estate 1918 i tedeschi inviano un ulteriore attacco alla Marna, ma restano bloccati di nuovo. La controffensiva dell’Intesa si rafforza ad Amiens, quando venne utilizzato per la prima volta il carro armato. Il 4 ottobre dello stesso anno, l’Intesa chiede una tregua.

Vincitori e Alleanze della Prima Guerra Mondiale

Chi Ha Vinto la Prima Guerra Mondiale?

La guerra ha visto l’opposizione di due blocchi di autorità, rappresentate dagli imperi centrali, costituiti da Germania, Austria-Ungheria, Bulgaria e Impero Ottomano, contro le autorità Alleate, rappresentate dalla Francia, dalla Gran Bretagna, dall’Italia e dall’Impero Russo. Insieme all’Austria s’innesca una tortuosa successione di alleanze su scala universale.

Quindi, la Russia arruola il proprio esercito in favore della Serbia, mentre la Germania, alleata con l’Austria, chiede alla Russia di abbandonare il conflitto e alla Francia di assumere una posizione neutrale, ma le due potenze declinano l’invito. A questo punto, la Germania annuncia la guerra contro le due potenze il 4 agosto, invadendo il Belgio.

guerra soldati

La Gran Bretagna, invece, inizia a combattere in favore della Francia e del Belgio. Il Giappone, invece, il 23 agosto annuncia la guerra alla Germania, a causa di una flotta tedesca intimidatoria collocata in estremo oriente. Nel mese di novembre, l’Impero Ottomano fa guerra alla Russia.

Successivamente interviene l’aiuto di altri Paesi: l’Italia dapprima neutrale, gli Stati Uniti, la Romania e la Grecia sul fronte Russo-Francese, la Bulgaria invece sul fronte Tedesco-Austriaco. Tuttavia, nella guerra vengono coinvolti altri Paesi, come l’America Latina, il Medio Oriente, la Cina e infine il Portogallo.

La Prima Guerra Mondiale si conclude l’11 Novembre 1918 con un trattato fra l’armistizio tra la Germania e gli alleati. Con la chiusura della Grande Guerra vengono determinati i vincitori, ma ci fu persino un dannoso cambiamento per l’Europa, in quanto ci fu la scomparsa di molti imperi, come quello tedesco, quello austro-ungarico, l’impero russo e quello ottomano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.